Vai ai contenuti
Regolamento per l’accesso e la fruizione delle aree di decollo del Monte Blum
      
 
Regolamento per l’accesso e la fruizione delle aree di decollo del  Monte Blum nell’ambito della disciplina del volo da diporto o sportivo  senza motore.
Art. 1 Finalità e oggetto
Il presente regolamento disciplina parapendii e deltaplani per l’accesso e la fruizione delle  aree di Decollo Monte Blum e Atterraggio Campo Sportivo Rovetta . Il presente regolamento sovrintende l’utilizzo da parte di tutti i soggetti, più avanti meglio individuati, delle aree di decollo ed atterraggio contrattualmente in locazione, utilizzo, o gestione diretta da parte di ALPIFLY A.S.D. .
Le Aree sono pertanto strutture private da utilizzarsi esclusivamente per l’attività di Volo Libero con Parapendio, come disciplinata dalle vigenti norme di Legge e dalle disposizioni emanate dal presente Regolamento.
1.2. I Piloti sono chiamati ad osservare quanto previsto dal DPR 133 del 9 luglio 2010 in tema di comportamento in volo e precedenze. Sui cartelloni apposti in prossimità di atterraggi e decolli ALPIFLY ASD sono esposti i suggerimenti in tema di corridoi di ingresso in atterraggio  e  uscita dal decollo e di approccio al Top-Landing che i Piloti sono chiamati a tenere in debita considerazione per questioni di sicurezza.
1.3. ALPIFLY ASD si riserva, attraverso i membri del Direttivo, la possibilità, in qualunque momento, di richiedere la documentazione attestante l’idoneità al volo libero con Parapendio (attestato e/o brevetto di volo in corso di validità ed assicurazione R.C.).
1.4.  In caso di sospensione dei decolli per motivi di sicurezza, di interventi di soccorso o di manutenzione, sarà stesa una croce   di 15metri di colore BIANCO sul pendio del decollo e sul campo dell'atterraggio ben visibile dall'alto.
1.4.1. I piloti ancora in volo dovranno provvedere ad allontanarsi dal costone e ad atterrare nell’immediato, senza creare alcun ostacolo all’eventuale attività di elisoccorso, che verranno segnalate sul canale 446.175 MHz
1.4.2. Qualora l’utilizzo dell’area sia sospesa per un intervento di manutenzione programmata , oltre all’apposizione croce verrà dato avviso in tempo utile ai soci mediante invio mail e pubblicazione sul sito web di ALPIFLY ASD (www.alpifly.it) .
1.5.     La presenza di attività di Scuola (come da art. 3.6) è segnalata sia in Decollo che Atterraggio mediante bandiera di colore “GIALLO” issata sull’asta presso l’area di decollo che ospita la manica a vento e ben visibile dall’alto. L’inizio di attività di Scuola verrà inoltre segnalata mediante avviso sul Canale 446.175 MHz.
1.5.1.  Ogni Pilota dovrà conseguentemente attenersi a regole di prudenza e buon senso che evitino l’ingenerarsi di situazioni di pericolo o di semplice disagio per gli allievi volando pertanto a distanza superiore a quella normalmente ritenuta di normale sicurezza, ovvero, possibilmente, evitando l’incrocio con le rotte degli allievi.

Le aree sono così localizzate per  la fruizione:

Decollo sopra la Cappelletta degli alpini Monte Blum
  • AREA: 45°54'38.6"N 9°58'45.8"E ; 45°54'39.5"N 9°58'50.2"E ; 45°54'40.1"N 9°58'48.3"E
  • Altitudine decollo: 1319 m.s.l.m.
  • Esposizione: SUD, Est, Ovest
  • Atterraggii ufficiali a vista dotati di manica a vento: Atterraggio Rovetta Alpifly
Atterraggio a sud del Campo sportivo di Rovetta
  • AREA: 45°53'20.0"N 9°58'52.9"E – 45°53'16.2"N 9°58'53.1"E
  • Altitudine atterraggio: 618 m.s.l.m.
  • Esposizione: SUD   
Art. 2 Gestione
La manutenzione e la gestione dell’area sono di pertinenza dell’Associazione Volo Libero Alpifly
  • sede in Rovetta (BG), Via Vittorio Veneto, 23, Sala Proloco
  • www.alpifly.it
  • tel. Cell. 348/9591491
  • e-mail info@alpifly.it
Per informazioni sulla fruizione delle aree e sulla pratica del volo  libero l’utenza deve rivolgersi all’Associazione come sopra indicato.
Art. 3 Accesso e Fruizione
  • L’accesso e la fruizione dell’area sono permessi esclusivamente per  la pratica della disciplina del volo da diporto o sportivo senza motore  nel rispetto dalla legge n.106/85 disciplinata dal D.P.R. n. 133/10 e  dal vigente Regolamento Tecnico-Operativo dell’AeCI.
  • Accedono all’area di decollo esclusivamente i piloti in possesso  dell’attestato di volo rilasciato dall’Aero Club d’Italia (AeCI) in  corso di validità, dell’assicurazione per danni a terzi e del casco  protettivo.
  • L’accesso e la fruizione all’area sono permessi dall’alba al  tramonto e per tutto l’anno salvo interdizione al volo disposte  dall’ENAV (Ente Nazionale per l’Assistenza al Volo).
  • L’accesso e la fruizione dell’area come campo-scuola sono permessi  solo con accompagnamento di istruttori e aiuto istruttori che operano in  una scuola certificata dall’AeCI. Gli allievi devono essere  regolarmente iscritti a corsi e avere copertura assicurativa nell’ambito  di una scuola.
  • Il comportamento degli utenti deve essere sempre tale da salvaguardare la propria e l’altrui sicurezza.
Art. 4 Atterraggi non ufficiali
L’atterraggio è autorizzato solo nelle aree segnalate nell’apposita  segnaletica installata nelle aree di decollo ed ogni responsabilità in  merito alla scelta di atterraggi alternativi rimane in capo all’utente.
Art. 5 Altre disposizioni
  • E’ vietato parcheggiare gli automezzi in prossimità delle aree di decollo e nel mezzo della carreggiata.
  • E’ vietato buttare carte e rifiuti.
  • E’ vietato accendere fuochi.
  • E’ vietato ogni genere di schiamazzo e di attività in contrasto con  la quiete, il rispetto ambientale e le finalità di utilizzo delle aree.
  • Gli utenti si impegnano a lasciare libero accesso ai soccorsi di  emergenza e agli operatori impegnati nella manutenzione dell’area.
  • Gli utenti dovranno attenersi alle disposizioni indicate in loco  dalla segnaletica installata. L’Associazione Alpifly asd declina ogni responsabilità in ordine a danni a  persone e cose che dovessero prodursi a seguito di negligenza o per il  mancato rispetto del presente regolamento da parte degli utenti.
  • I campi coltivati  vicino all'atterraggio e i loro frutti vanno tutelati in base alla stagione dell'anno , in caso di atterraggio in campo seminato  procedere nella maniera meno invasiva possibile facendo la vela a fiocco e uscendo cercando di non calpestare germogli. Vale la stessa procedura per tutti i campi coltivati e parimente per quelli lasciati a fieno.
  • Si rammenta che il territorio del decollo, la sua  flora e i prodotti del sottobosco  fanno parte del Parco delle Orobie bergamasche  istituito con LEGGE REGIONALE 15 settembre 1989 n. 56, successivamente inclusa nel Testo Unico delle Leggi Regionali in materia di istituzione di parchi – LEGGE REGIONALE 16 luglio 2007 n. 16. L’accesso alle aree di decollo con mezzi a motore  è limitato ai soli fruitori dell’infrastruttura muniti di regolare permesso rilasciato dal Comune di Rovetta.
ALPIFLY a.s.d.
ROVETTA (BG)
+39 328 0184461

info@alpifly.it
Torna ai contenuti